Ultima modifica: 27 novembre 2016

Il Teatro si fa “Scuola”

Con la Legge 107/2015, il teatro entra a far parte del curricolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.
Il linguaggio teatrale è stato introdotto ormai in modo diffuso e sistematico nel Piano dell’offerta formativa di questo Istituto Comprensivo,con la progettazione di numerose attività laboratoriali che hanno coinvolto docenti, genitori ed alunni,a partire dalla scuola dell’infanzia.
Tutti i docenti condividono la certezza  che la drammatizzazione teatrale  rappresenta un contributo prezioso, per favorire la formazione di persone autonome, responsabili sul piano culturale e umano; essa, infatti, consente di sperimentare nuove forme di comunicazione che permettono di liberare l’immaginazione creativa, capace di penetrare la realtà in modo completo e globale, di avvicinare  gli alunni con stupore alla vita, affinando gusto estetico ed artistico.
Stare insieme su un palco, dopo prove e prove, rafforza il sentimento  di appartenenza ad un gruppo,mettendo in gioco molteplici identità; permette di conoscere e sperimentare se stessi,rendendo gli alunni più capaci di gestire emozioni e conflitti interiori e più consapevoli delle proprie risorse e dei propri limiti. L’esperienza teatrale diventa così un luogo magico, dove desideri e timori s’incontrano e si trasformano in gesti,parole, espressioni.
Tante sono state le rappresentazioni teatrali attuate nel corso degli anni scolastici precedenti; ecco alcuni titoli.

Per la scuola dell’Infanzia: Il circo del cuore; La ricerca della felicità; Il sogno di Alice.

Per la scuola Primaria: La scuola ieri,oggi e…;  L’essenziale è invisibile agli occhi; Roma teatro all’aperto: l’eterna bellezza.

Per la scuola secondaria di Primo Grado: Natale in casa …Pichierri; Come cenere nel vento; Lu capasoni; Aggiungi un posto a tavola; Lezioni d’amore.

Anche nel corrente anno scolastico tanti alunni, tanti docenti, tanti genitori saranno impegnati nella realizzazione di veri e propri spettacoli teatrali che non potranno che arricchire la qualità dell’istruzione.




Accessibilità
Accessibilità